Milano CentroToday

Brera, una passerella nel vuoto sull'Orto per collegare la Pinacoteca e palazzo Citterio

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Una sorta di strada "volante" tra il presente e il futuro di Brera. Lo studio d'architettura "Front Inc." ha presentato i rendering della passerella pedonale che - almeno nelle intenzioni del direttore di Brera, Jems Bradburne - dovrà collegare la Pinacoteca con palazzo Citterio. 

La struttura, lunga circa 150 metri e alta tre, dovrebbe sorgere proprio sull'Orto botanico - il più antico di Milano - ed è completamente in acciaio e vetro, con una pavimentazione in pietra. La passerella, sospesa nel vuoto a nove metri da terra, è "retta" - stando al progetto - da alcune esili colonne in acciaio che si confondono tra gli alberi e la vegetazione dell'Orto. 

Il "corridoio Russoliano" - questo il nome scelto, in omaggio all’ex sovrintendente Franco Russoli - servirà per unire le due prossime anime di Brera: la Pinacoteca, che continuerà a ospitare le collezioni storiche, e palazzo Citterio, dove invece troverà spazio l'arte moderna. Ma non solo, perché la passerella - sottolinea lo stesso studio di architettura - fornirà anche uno sguardo del tutto nuovo sulle bellezze dell'Orto botanico.   

"Questo corridoio è un omaggio alla città a costo zero. Spero che la città lo accolga favorevolmente - le parole di Bradburne al Corriere -. Quando ho visto la simulazione del ponte nella versione invernale, con la neve, mi sono convinto che fosse la giusta soluzione".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Sport

    Video gol e sintesi Atalanta-Milan 1-3: doppietta Piatek e Calhanoglu

  • Video

    Donna travolta da auto pirata: era una killer ricercata, tradita da questo incidente. Video

  • Video

    650 euro per la Ferragni che si trucca, teatro sold out

  • Sport

    Video gol e sintesi highlights Milan-Empoli 3-0: Piatek ancora in rete

Torna su
MilanoToday è in caricamento