Milano CentroToday

Milano, un “murale 3d” speciale in Duomo

Si tratta di un'installazione dello street artist "Cuboliquido". Ecco la sua particolarità

L'opera di Cuboliquido

“Prospettive nuove” in piazza Duomo a Milano. Venerdì pomeriggio, proprio ai piedi della Cattedrale, è stata infatti presentata la campagna della casa farmaceutica Novartis per sensibilizzare e informare i cittadini sulle maculopatie, le malattie che colpiscono la vista e possono portare alla cecità. 

Sul sagrato del Duomo è stata svelata l’opera 3d firmata dallo street artist “Cuboliquido”, che incarna alla perfezione lo spirito di “Prospettive nuove”. 

“L’installazione, una grande e sorprendente immagine - spiega Novartis -, osservata da angolazioni differenti restituirà all’occhio una visione distorta e poco comprensibile, come quella con cui sono costretti a misurarsi i pazienti affetti da maculopatie”. 

“Ma - ed è proprio questa la ‘magia’ dell’opera -, guardata dal giusto punto di osservazione mostrerà un magnifico paesaggio in 3D e un percorso lineare e positivo: simbolicamente, le #ProspettiveNuove per combattere la cecità evitabile dovuta alle maculopatie”.

Venerdì l’opera sarà sistemata in Duomo, mentre da sabato fino al 21 giugno sarà in Darsena. L’invito di Novartis è a scattarsi un selfie con l’opera per poi condividerla sui social con l’hashtag #ProspettiveNuove perché “più numerosi saremo, più aiuteremo i pazienti a ritrovare fiducia nel loro futuro e nel cammino da percorrere”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Milano, bimbo di 5 anni precipita a scuola: soccorritori e prof con le lacrime agli occhi

Torna su
MilanoToday è in caricamento