Milano CentroToday

Rapiscono un gatto durante un raid vandalico: torna a casa da solo dopo 13 giorni

La storia a lieto fine in centro a Milano

Il gatto (Fb)

E' finita bene la vicenda di un gatto che, dopo 13 giorni, ha ritrovato da solo la strada per casa sua. Era stato rapito, sì, proprio rapito, sabato 21 luglio in centro a Milano, in via Gian Giacomo Mora. Non era, forse, l'obiettivo principale degli autori di un "raid" vandalico, all'alba, effettuato da tre giovanissimi che avevano scavalcato il cancello e, in cortile, avevano danneggiato l'androne e poi avevano afferrato Tappo, il gatto appunto, e l'avevano portato via.

Un gesto assolutamente dimostrativo, molto probabilmente, anche perché è probabile che, se non immediatamente, il gatto sia stato comunque liberato poco dopo. E' probabile infatti - riferisce Valtolina sul Corriere - che Tappo abbia assaporato un po' di vita randagia dalle parti di via Torino, prima di decidersi a fare ritorno a casa.

Il suo proprietario aveva diffuso la voce, ma nessuno aveva notizia del micio. Finché dopo 13 giorni eccolo ricomparire davanti alla custode del palazzo in cui abita. Dalle prime informazioni sembra che stia bene. 

Le telecamere di sorveglianza avevano ripreso tutta la scena. Uno dei tre ragazzini (di età apparente massimo 16 anni) danneggia le cassette della posta nell'androne del palazzo, poi vede il gatto e lo afferra. I giovani giocano con lui ed escono dal cortile, poi però ritornano di nuovo a caccia di Tappo. Un po' a fatica riescono a portarlo definitivamente fuori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario ha affisso cartelli nel quartiere con la fotografia del suo micio e il rapimento è stata l'occasione, nelle vie tra il Carrobbio e le Colonne, per sfogarsi: pare che le bande di adolescenti impazzino indisturbate, tra cassonetti bruciati, spaccio di cocaina alla luce del sole, schiamazzi vari e giri infiniti di "chupiti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

Torna su
MilanoToday è in caricamento