Milano CentroToday

Lascia la Ferrari nel parcheggio per disabili in Montenapo, poi insulta un uomo: 'Me ne frego'

Il proprietario ha discusso col papà di un disabile che gli chiedeva di spostare l’auto

Foto repertorio

Gli aveva chiesto semplicemente di spostare qualche metro più in là la sua auto per poter parcheggiare. Per poter lasciare la sua macchina lì dove - suo malgrado - aveva diritto. In cambio ha ottenuto insulti, risposte seccate e uno spintone. 

Protagonista indegno di tutto, il guidatore di una Ferrari “FF coupé” blu da 250mila euro evidentemente convinto di essere il padrone della strada e non solo. 

Il teatro è via Montenapoleone, cuore del Quadrilatero della moda e di Milano. Sono le 18 di sabato e un signore arriva all’altezza del civico 18 - dove ci sono due posti riservati ai disabili - con suo figlio diversamente abile in auto.

Trova una Ferrari lasciata proprio a cavallo dei due spazi e chiede cortesemente al conducente di spostarla. La reazione dell’uomo, però, è assurda: si scaglia contro il “rivale”, lo insulta, lo spintona e alla fine gli urla “Me ne frego di te e della polizia”. 

Poco dopo, in effetti, le Volanti arrivano sul posto. La Ferrari è già sparita nel nulla, ma qualcuno ha scritto la targa e la “consegna” ai poliziotti, che tranquillizzano il papà e suo figlio, evidentemente scosso per aver assistito a tutto. 
 
La macchina ha una targa svizzera ed è intestata a un imprenditore milanese di cinquantanove anni. Il suo nome - oltre che corrispondere a diversi precedenti - compare anche nei “Panama papers”, l’archivio dello studio legale panamense che per anni ha gestito migliaia di società offshore. È probabile, anche se non c’è certezza, che sabato pomeriggio alla guida dell’auto ci fosse proprio lui. Il papà del ragazzo disabile ha formalizzato la denuncia.

È un “pessimo episodio di inciviltà, maleducazione e arroganza - la dura condanna dell’assessore alla sicurezza del comune di Milano, Carmel Rozza -. Fino a quando ci saranno in giro persone di questo tipo, sarà sempre più difficile far rispettare le regole. Mi auguro che il signore che ha diritto al posto disabili sporga denuncia, mi auguro che il cinquantanovenne venga severamente punito e mi auguro - ha concluso Rozza - di non leggere mai più notizie di questo genere”.

Chi invece la denuncia l’ha già formalizzata da tempo è la Ledha - la Lega per i diritti delle persone con disabilità -, che non ha perdonato l’automobilista autore di un cartello di offesse contro un disabile affisso nel parcheggio del centro commerciale Carosello di Carugate.

L’uomo, identificato grazie alle telecamere di sorveglianza, aveva insultato i diversamente abili dopo una multa e dovrà ora rispondere di diffamazione aggravata

Insulti al disabile: autista incastrato da questo video

cartello insulti disabile video-2

Potrebbe interessarti

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Sciopero di metro, bus e tram Atm: ecco gli orari dei mezzi per giovedì 11 luglio a Milano

  • Il "più grande mall mai realizzato": 100mila mq e 160 negozi nel nuovo centro commerciale

  • Rapina in banca a Milano: clienti e dipendenti sequestrati, due banditi in fuga con i soldi

  • Sciopero Trenord a Milano, i treni si fermano per 23 ore: nessuna fascia di garanzia, gli orari

Torna su
MilanoToday è in caricamento