Milano CentroToday

Ecco il nuovo Anteo: 10 sale cinematografiche, una anche con servizio ristorante

Tutti i dettagli del progetto per riqualificare un cinema che è anche un'istituzione culturale di Milano

Il cinema Anteo diventa "palazzo del Cinema"

Dieci sale cinematografiche, ristorazione e anche una nursery. Sarà il "palazzo del Cinema" e verrà realizzato dall'Anteo nei nuovi spazi concessi dal comune nello stesso complesso immobiliare, in piazza XXV Aprile, dove già ha sede il multisala. L'Anteo avrà, alla fine dell'operazione, più di 5 mila metri quadri, rispetto agli attuali 2.600.

Attualmente il palazzo ospita anche un comando di polizia locale, la scuola civica Manzoni, alcuni uffici comunali ed un bar. Gli spazi che verranno assegnati al cinema sono parte di quelli oggi di pertinenza della Manzoni (che saranno liberati per trasferimento), il locale spogliatoi della polizia locale (che l'Anteo realizzerà ex novo in un'altra parte dello stesso stabile) e il bar.

Tra i nuovi servizi che sono stati progettati, una sala cinema con servizio ristorante, una "nursey", un caffè letterario, un sushi bar e due arene estive nel cortile adiacente. Le sale cinematografiche aumentano da quattro a dieci e consentiranno all'Anteo di allargare la propria programmazione, organizzando anche rassegne tematiche e corsi o lezioni di cinema.

Il contratto d'affitto sarà di 28 anni. Il canone sarà di 180 mila euro all'anno per i primi tre anni e di 245 mila euro per quelli successivi. L'Anteo dovrà mettere a disposizione del comune di Milano una sala per quindici eventi mattutini all'anno, gratuitamente. A suo carico tutta la ristrutturazione e le manutenzioni ordinarie e straordinarie. Si stima che l'Anteo investirà circa quattro milioni di euro.

«E' un sogno che coltiviamo da tempo: crediamo nel nostro lavoro e nella relazione strettissima con un pubblico fidelizzato, che intendiamo implementare studiando e realizzando nuove iniziative. Anteo continua ad investire con un progetto controcorrente rispetto alle scelte diffuse di chiusura di sale storiche in centro», ha spiegato Lionello Cerri, amministratore delegato di Anteo Spa, presente alla conferenza insieme all'architetto Riccardo Rocco, che è anche consigliere di Zona 7 del Pd e che collabora professionalmente con Anteo da molti anni.

«Il cinema Anteo è una istituzione per questa città: un punto di riferimento per tutti coloro che amano il cinema di qualità. Siamo convinti che sia giusto favorire lo sviluppo delle imprese che hanno minore redditività commerciale ma la cui presenza è una componente importante per l'offerta culturale cittadina, come anche le librerie», ha spiegato Daniela Benelli, assessore al demanio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sarà un vero e proprio polo dedicato all'arte cinematografica, che renderà la nostra città ancora più viva e attrattiva, dando ulteriore spazio anche al circuito dell'industria della creatività italiana», ha commentato Filippo Del Corno, assessore alla cultura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento