Milano CentroToday

Spaccia fuori dalla Scala con la cocaina negli slip: pusher tradito dall'incontro col 18enne

In manette un 55enne con numerosi precedenti. Fermato dopo una vendita a un neo 18enne

È uscito di casa di corsa. È salito in fretta su bus Atm della linea 73, poi ha percorso poche centinaia di metri e si è fermato lì, davanti alla Scala, evidentemente in attesa di qualcuno. Quello che non sapeva, però, è che lo stesso percorso insieme a lui lo avevano fatto gli agenti in borghese, che non lo hanno perso di vista un attimo e non gli hanno lasciato scampo. 

Un uomo di cinquantacinque anni - Antonio S., pusher di lungo corso ed esperienza, con una serie di precedenti alle spalle - è stato arrestato lunedì pomeriggio dai poliziotti della VI sezione della Squadra Mobile di Milano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Cocaina a un 18enne in centro

Gli investigatori, guidati dal dirigente Lorenzo Bucossi, controllavano il 55enne da qualche giorno, proprio per il suo curriculum criminale. Verso le 13 la svolta: lo spacciatore è uscito da un palazzo in corso Ventidue marzo in cui aveva una stanza in affitto e si è diretto verso il centro città. Dopo essere sceso dal bus 73 in piazza Diaz, si è incamminato verso la Galleria Vittorio Emanuele e si è fermato davanti al teatro La Scala. 

Lì, dopo un po' di attesa durante la quale è stato sempre al telefono, l'uomo è stato raggiunto da un ragazzino, un turista italo tedesco di Monaco di Baviera che in questi giorni si trova in vacanza in un campeggio di Castelletto Ticino. Il giovane ha consegnato 100 euro al 55enne e in cambio ha preso due bustine con poco più di un grammo di cocaina. 

A quel punto, i poliziotti sono intervenuti e hanno bloccato il pusher, subito perquisito. Dai suoi slip sono saltati fuori poco meno di venti grammi di droga nascosti in un calzino, mentre altri quattro li aveva in tasca, insieme a due cellulari.  

La droga nelle scarpe

Quando gli agenti gli hanno chiesto conto di un mazzo di chiavi che aveva, lo spacciatore ha detto che erano di una casa in via Astesani, ma quegli stessi agenti sapevano bene che in realtà le chiavi portavano in corso Ventidue marzo, dove avevano iniziato a pedinarlo. Nella sua stanza c'era il resto della droga: all'interno di due scarpe sistemate in una scatola, infatti, gli investigatori della Mobile hanno scoperto altre 391 dosi di cocaina per un peso totale di 250 grammi.

Nella stessa camera l'uomo nascondeva anche tre grammi di eroina, una pasticca di ecstasy e 1300 euro in contanti. Il lavoro dei poliziotti prosegue ora per capire come il giovane cliente - un ragazzino che ha compiuto diciotto anni a Ferragosto - fosse entrato in contatto con uno spacciatore di vecchia data. Uno spacciatore che - e questa per gli stessi investigatori è stata una grande novità - aveva scelto il pieno centro come propria zona di "lavoro". 

Foto - Le dosi di cocaina sequestrate all'uomo

droga cocaina soldi polizia-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

  • Milano, ragazza incinta accoltellata alla gola: l'aggressore era appena uscito di prigione

  • Jova beach party a Linate, come raggiungere il concerto: treni speciali e tutte le strade chiuse

Torna su
MilanoToday è in caricamento